Archive for the ‘Uncategorized’ Category

Ecco il mio studio

dicembre 4, 2012

Ho finalmente aperto il mio studio di psicologia.

 

Ecco il link:

http://www.psicologibusto.it

 

 

Missione abilitazione: completata

ottobre 1, 2009

Ciao a tutti,

dopo qualche lungo mese finalmente posso dire di essere stato abilitato!

ed anche uno dei molti traguardi intermedi è alle spalle!

La necessità della parola

settembre 8, 2009

Anarchia significa esprimere ciò che si pensa. Sempre.
Il silenzio è una modalità di acquisizione di potere, il potere della conoscenza che, se mantenuto nella propria mente, non è ripartito. Io pensando qualcosa su una persona X ho potere su di lui, perchè so alcune cose che lui non sa che io so.
La prova a quanto dico sta nella possibilità per un terzo di delegittimarti usando in maniera impropria i non detti.
Essere chiari e trasparenti potrebbe essere rivoluzione

agosto 31, 2009

Da qualche tempo sono entrato nel mondo aziendale/organizzativo e delle strutture gerarchiche.

In questo strano, eppur così consueto, mondo ci si sente coccolati e sgravati del futuro, ogni singola decisione di una minima importanza deriva dalla scala gerarchica all’interno del quale ci si va ad inserire nella nostra modesta piccolezza. Qualcuno pensa cosa è giusto e com’è bene impiegare il tuo prossimo tempo.

Il tempo, la vita di cui possiamo godere viene data in appalto a un organo di cemento e un volto appartenete alle nostre pretenziose fantasie, un organo che da vivere a tante persone a scapito del loro stesso vivere.

Chi è Cesare in questa vita? Non trovo parole per fornire spiegazioni e tanto meno ragionamenti di senso di una minima concretezza. Solo qualche immagine indefinita e dai confini sfuocati. Chi è Cesare sul lavoro? Cesare è uno stagista, che la mattina si alza e conformerà il suo essere a piacimento dei più svariati desideri della sua responsabile.

Il potere.

Sembra così ovvio parlare di potere nelle organizzazioni, talmente tanto ovvio, che se n’è perso l’abitudine e non se ne vede l’utilità.

Sto scoprendo, in una sorta di ricerca azione, quanto possa essere vero ciò che dice Anzieu, ovvero che la funzione della vita organizzativa consiste nel tentativo degli individui dal difendersi dall’ansia. Nello specifico sto scoprendo come il potere sia concepito come una terapia dell’oblio per le nevrosi.

Prendete una persona fortemente nevrotica, incapace di vivere decentemente ed inserirtela in una posizione di potere. Immediatamente la nevrosi trova una fase di stallo, una via di fuga. Le persone che staranno intorno al capo diventeranno una difesa sociale alla situazione nevrotica.

Le pulsioni spostate dal vero oggetto trovano nella sudditanza un criterio di accettazione e di rispettabilità, qualunque esse siano.

Il potere è così agognato perché rende sane tutte le patologie o i desideri che ne derivano e l’attacco al potere è di conseguenza anche un tentativo di mettere di fronte le persone a tutto ciò che hanno temuto di vedere di loro stessi.

lo specchio della natura

giugno 27, 2009

La pioggia che accampagna la luce del sole

La loro unione che da vita all’arcobaleno.

Quanto bene è rappresentato l’uomo da questo fenomeno! Un’affermazione e nello stesso istante il suo contrario, due parole opposte che generano la meraviglia della diversità.

…..

giugno 16, 2009

il successo sta sempre a domani, ad oggi possiamo compiacerci della felicità nell’inseguirlo.

Discussione di un venerdì

giugno 12, 2009

Oggi ho discusso animatamente, ma sempre correttamente, con un signore di circa 50 anni di comunione e liberazione sulla ricerca del vero e sulla natura del vero.

Ripensando alla discussione posso affermare:

“non esiste contraddizione in un pensiero fatto di dubbi”

Senza essere di cultura particolarmente elevata e senza avere doti intelletive eccezionali, credo di essere uscito bene dalla discussione proprio per quanto dicevo prima “non esiste contraddizione in un pensiero fatto di dubbi”, perchè 2 dubbi non entrano mai in collisione argomentativa, mentre una qualsiasi convinzione è sempre fallace. Il dubbio è quanto di più umano, le varie verità vanno lasciate a chi non le vuole cercare.

Piccola riflessione

maggio 12, 2009

Non esiste miopia quando si guarda il cielo.

il mio paese

maggio 5, 2009

C’era un uomo che per emergere nella scena industriale-edilizia utilizzò fondi mafiosi e la gente decise di creare il mito di “chi si è fatto da solo”, l’esempio che tutti possono avere successo.

C’era un uomo che entrò in politica per non andare in galera e la gente decise di farlo diverntare presidente del consiglio.

C’era un uomo che raccontava un mucchio di minchiate e la gente decise che di lui ci si potesse fidare (Malpensa, Napoli ecc…) facendolo ridiventare presidente del consiglio.

C’era un uomo che incarnò l’essere icona di un modello culturale basato sulla furbizia, l’opportunismo, la menzogna, l’avidità, il consumismo più sfrenato e l’utilitarismo e la gente decise di creare un desiderio. Un desiderio incarnato in uomo.

C’era un uomo, sempre lo stesso uomo, che “rischiava” un divorzo e la gente decise di metterlo alla gogna.

Che paese di merda! 

Non la mancanza di rispetto per moglie. Non la mancanza di rispetto per il genere femminile. Non l’abuso dei mezzi d’informazione per distorcere il fatto. Non la riflessione su cosa debba essere un presidente del cosiglio.

Solo un divorzio.

persone come galassie

aprile 25, 2009

Leggevo pochi giorni che una legge che governa le galassie, dispone un loro progressivo allontanarsi, tanto più veloce quanto maggiore è la distanza.

Le persone come le galassie tendono per natura del tempo ad allontanarsi, tanto più velocemente quanto la presenza le separa.